I vitigni

Per le loro caratteristiche olfattive e gustative, i vini del cagliaritano sono stati paragonati ai tradizionali tessuti sardi ricchi di colori e di preziosi ricami.

Dalle uve Nuragus nasce un vino profumato di fiori bianchi, mela verde e delicate note agrumate, piacevolmente fresco al palato. Le uve Vermentino danno invece vita a un vino bianco dalla forte e singolare personalità, ricco di note fruttate e floreali. Dalle uve Monica ecco un vino rosso morbido e caldo, dai profumi di mora e ciliegia con sfumature speziate. Di particolare finezza ed eleganza i vini da dessert: il suadente rosso liquoroso Girò, che può affiancarsi a pieno titolo ai grandi vini da meditazione iberici; l’ambrato e vellutato Nasco, il cui nome deriverebbe dal latino “muscus", muschio, proprio per sottolinearne l’inconfondibile profumo; l’avvolgente e ambrato Moscato, chiamato dai Romani “vitis apiana” per la dolcezza della sua uva prediletta dalle api; la dorata Malvasia dalle fini note di fiori e frutti.

Italiano